Continua la bellissima proposta di Mucchi Editore, che questa volta ci presenta Vasyl’ Stus e Marina Cvetaeva

La poesia è universale, contaminata, pura, eclettica, infinita. La serie DieciXuno di Mucchi Editore, dimostra proprio come l’arte poetica sia fluida, eterna e riconvertibile. In questo nuovo volume della serie, curato da Alessandro Achilli e Antonio Lavieri, scopriamo i poeti Vasyl’ Stus e Marina Cvetaeva, ucraino e russa, mai scelta più attuale.

Perché in fondo la poesia sta a dimostrare anche questo, quanto l’animo umano è permeabile, sconfinato, e si arricchisce nello scambio, non nella chiusura. Stus fu influenzato, tra gli altri, proprio da Cvetaeva, poetessa rivoluzionaria e della rivoluzione.

Ed è così che riscopriamo le rispettive poesie Dentro di me sta già nascendo Dio e Inimitabile mente la vita, riviste, ritradotte, ma anche trasformate in qualcosa di nuovo, da dieci poeti contemporanei italiani. Un esperimento coraggioso, forte, d’impatto, che ridà voce e speranza alla poesia di questi due autori del ‘900. Ma è anche un sublime gesto di stile, di tributo all’arte. Indubbiamente un volume da non perdere, per comprendere anche eventi moderni, attraverso la lente unica della letteratura.

Stefania Grosso