Luci e ombre, arte e vita, si mescolano nei racconti di Nicholas Royle

Nicholas Royle arriva in Italia, per 8tto Edizioni, con quindici racconti che ci calano in una Londra dalle mille sfaccettature, come i suoi personaggi, che si muovono tra le ombre che la vita crea nella metropoli.

Gotico londinese è il titolo della raccolta e riassume bene il filo conduttore di tutti i racconti contenuti. Siamo a Londra infatti, e siamo anche calati in atmosfere sospese, tra le pieghe di varie vite, più o meno accidentate, ognuna con un particolare, un attimo, inquietante. L’elemento gotico per eccellenza, l’inquietudine, le ombre che aleggiano attorno senza mai mostrarsi.

C’è davvero una persona scomparsa? C’è davvero un omicidio? Qualcuno che ci spia? Forse sì, forse no. Nicholas Royle tiene i suoi personaggi in bilico, e tiene dunque anche i lettori con il fiato sospeso, mentre cercano di capire se ciò che si dispiega nella pagine dei racconti sia vero oppure no.

C’è anche molta arte, molta letteratura e cinema, in questi racconti. C’è molta solitudine, trattata con leggerezza, come la vita stessa. Eppure, mentre ci avventuriamo nei racconti non possiamo far altro che sentire un peso nel cuore, quell’inquietudine che si dipana dentro il corpo. E non sono solo i personaggi a vivere e creare l’inquietudine, ma è la città stessa. La Londra contemporanea con le sue ombre che portano dentro il passato, cinema e case chiuse, impolverate, con i loro fantasmi. Niente paura, rimarranno solo nelle pagine di questi affascinanti racconti!

Stefania Grosso