Tre poesie di Andrea Ravazzini

Speranza

Tu che fosti

morbida coperta

ove l’anima ristorare

nell’urlato e notturno fragore

di bui silenzi notturni.

O Speranza,

gelano

i cuccioli di verde germoglio dell’albeggiar di luce sorgente.

Resurrezione

Null’altro

che s’acquieti

desiderio tremante,

come ticchetta

questa sveglia notturna

ch’arde d’alba vivifica.


Città fumosa (lo specchio)

Lo sguardo rivolto

ai lampioni sorgenti.

Un vetro fu

tale specchio

ove

si staglia

una città fumosa,

gorgheggiante.

Silenzio canoro

d’un pulsar

ch’illumina

le strade piovose.

Su linee

dell’animo

percorron

la rotta

le colorate

stagioni sanguigne.

Vita è

sedimenti d’un fiume Passato,

che,

in noi,

posati,

brillan

al levarsi

di lattea

luce mattina.

Andrea Ravazzini vive a Modena.

Nell’anno 2023 ha pubblicato “Naufragi di paesaggi interni. Frammenti” (Edizioni Gruppo SIGEM, Collana Il Fiorino, 2023), libro vincitore del “Premio delle Arti, Premio della cultura”, Milano, 2023 – sezione “Premio per la poesia”. Nel corso dello stesso anno ha pubblicato altre sillogi poetiche: “Fiamma lucente e residui di marea. Frammenti” (Transeuropa Edizioni, 2023), “Quest’ora di notte più buia discende a volte una tiepida luce. Frammenti” (RP libri, 2023), “Fragile l’attimo dal mio sguardo appena sfiorato. Frammenti” (Robin, 2023), “Questa notte si aggrappa agli scorci di una fragile luce” ( Nulla Die, 2024).  Ha pubblicato poesie in diverse riviste online e antologie. Ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria nel corso del 30° Premio Nazionale di Poesia inedita “Ossi di seppia”. Altre sue sillogi sono in corso di pubblicazione presso diverse realtà editoriali presenti sul territorio italiano.